Riso di Baraggia Carnaroli DOP

Il riso di Baraggia: da una terra difficile un riso impareggiabile

Il riso di Baraggia Carnaroli DOP è considerato qualitativamente forse il riso di miglior pregio in Italia. Unico ed estremamente versatile, il Carnaroli DOP è caratterizzato da un sapore molto intenso e, grazie all’incredibile tenuta alla cottura, mantiene la sua consistenza nel tempo, senza mai perdere l’integrità del chicco. Un riso ideale per risotti che appaiono con chicchi ben sgranati e di bell’aspetto, insalate di riso e per ogni piatto di alta gastronomia. L’area di produzione di questo riso, la Baraggia appunto, è la zona dove cresce l’unica DOP del riso in Italia.

VUOI PROVARE QUESTO PRODOTTO?

Vai al nostro shop online e acquista il nostro riso di Baraggia Carnaroli DOP.

Di più sul riso di Baraggia Carnaroli DOP

Zona di provenienza del Riso Baraggia Carnaroli DOP

Zona di provenienza

La Baraggia rappresenta l’ultimo lembo di territorio incolto rimasto tra la pianura e i primi contrafforti pedemontani: per salvaguardare questo ambiente particolare, la regione Piemonte ha istituito la Riserva Naturale Orientata delle Baragge, la quale, oltre alla tutela ed alla conservazione dell’ambiente baraggivo, è finalizzata alla qualificazione ed alla valorizzazione delle attività agricole presenti nell’area e ad assicurare la corretta fruizione della stessa. L’area gode di particolari caratteristiche archeologiche, paesaggistiche, naturalistiche, floristiche e storiche e riguarda ventidue comuni delle tre province di Biella, Vercelli e Novara, ed è l’unica area DOP per il riso in Italia.

Preparazione e lavorazione Riso Baraggia Carnaroli DOP

Preparazione e lavorazione

Una volta rispettati tutti i parametri per la coltivazione del risone, altre regole vengono stabilite dal disciplinare per la lavorazione dello stesso. Per la preparazione del riso integrale o per la successiva raffinazione dei prodotti si parla di Scortecciatura o Sbramatura, un’operazione atta ad eliminare le glumelle del grano di riso “lolla”, seguite dalle successive operazioni di calibratura del riso. Per la preparazione del riso raffinato invece si parla di Raffinazione o Sbiancatura, operazione atta ad asportare dalla superficie del grano di riso per abrasione le bande cellulari del pericarpo: le operazioni devono essere eseguite in modo da conseguire il grado di raffinazione definito di II° grado. Le tecniche operative di raffinazione devono adeguarsi alle metodologie atte ad evitare che i grani presentino lesioni da microfratture.

Origine e storia del Riso Baraggia Carnaroli DOP

Coltivazione

Essendo un prodotto marchiato DOP, il processo di produzione di questo carnaroli deve rispettare un disciplinare molto attento e meticoloso. Le concimazioni devono essere finalizzate all’ottenimento di un prodotto sano e di perfetta maturazione.  E’ vietato l’impiego di concimi nitrici e dei composti o formulati fertilizzanti che contengano metalli pesanti. Anche i trattamenti fungicidi o insetticidi alle colture devono essere eseguiti almeno quaranta giorni prima della raccolta. La semente utilizzata per la coltura dev’essere un prodotto certificato ENSE, a garanzia di purezza varietale, assenza di parassiti fungini e germinabilità. Le operazioni di essiccazione del riso grezzo devono essere eseguite con mezzi e modalità operative tali da evitare o da ridurre al minimo la contaminazione degli involucri del grano di riso dagli eventuali residui del combustibile e da odori estranei. Il riso grezzo o risone non deve superare il 14% di umidità. Nella fase di stoccaggio del risone, al risicoltore è fatto obbligo di eseguire ogni accorgimento per impedire l’insorgenza dei parassiti animali o fungini e quella di fermentazioni anomale.

Come utilizzare il Riso Baraggia Carnaroli DOP

Caratteristiche distintive

L’ambiente di coltivazione e gli accorgimenti seguiti durante tutte le fasi della produzione fanno del Carnaroli DOP Zaccaria un riso unico, dai molteplici utilizzi in cucina. Estremamente versatile, presenta un chicco grande e compatto, è ricco di sapore ed ha una cottura veloce (12 minuti per la bollitura), che mantiene nel tempo senza perdere integrità e consistenza (anche nel caso di cottura completa, oltre la non sempre gradita “al dente”). E’ eccellente nel risotto, ottimo pilaf e sorprendente semplicemente bollito e utilizzato per preparare insalate e timballi.

Valori nutrizionali per 100g di prodotto *

Valore energetico355 Kcal 1485 kj
Proteine7 g
Carboidrati79 g
Zuccheri0.3 g
Grassi1 g
Grassi di cui saturi0.3 g
Fibra1 g
Sodio0 mg
* I valori sono da considerarsi indicativi, in quanto le caratteristiche nutrizionali del prodotto possono variare.

Quartiglia è vicino a chi cucina

  • Partner affidabile e professionale
  • Conoscitore dell’ingrediente di qualità
  • Specialista delle tipicità del territorio
  • Da oltre 30 anni nel settore del food service
  • Consegna in Italia e all’estero in 24/48 ore
  • Sistema logistico innovativo
Compila il form sottostante per richiedere maggiori informazioni, ti ricontatteremo il prima possibile!
 Ho letto e accetto l'Informativa sulla privacy in tutte le sue finalità.