Patate vitelotte

Dal colore viola molto scuro, con proprietà nutrizionali incredibili

Piccole e scure, dall’aspetto anche un pò inquietante, le patate vitelotte, di antica origine andina e oggi coltivate anche in Italia e in Francia, sono una divertente stranezza gastronomica, con una marcia nutrizionale in più. L’intensa colorazione della polpa è infatti dovuta a una gran quantità di antociani, antiossidanti analoghi a quelli dei mirtilli, dall’azione, tra l’altro, antinvecchiamento. In Francia è facile vedersele servire come insolite patatine fritte, con l’aperitivo. Ma il piatto forte, capace di stupire anche gli ospiti più esigenti, sono gli gnocchi di patate vitelotte. Proibito, per motivi cromatici, condirli con salsa di pomodoro. Meglio olio e grana, per non guastarne il colore.

VUOI PROVARE QUESTO PRODOTTO?

Vai al nostro shop online e acquista le patate vitelotte.

Di più sulla patata vitelotta

Caratteristiche delle patate vitellotte

Le patate vitelotte (dette anche patate nere o viola) appartengono alla famiglia delle Solanum, hanno una forma oblunga e grumosa e sono di dimensioni ridotte. La pelle è piuttosto spessa, mentre la particolarità è data dal colore della polpa interna, viola, profumata quasi di nocciola, molto appiccicosa e dal sapore dolciastro, vicino alla castagna. Attenzione: non bisogna confonderle con le patate violette, che hanno la polpa gialla e sono coltivate in Val Di Susa o con la patata turchesa del Gran Sasso, che ha la buccia viola come le vitelotte, ma la polpa bianca.

Modalità d’utilizzo in cucina

Specie antica e rara di patata dalla buccia e polpa viola proveniente dal Perù. Difficili da trovare, ma molto usate nelle cucine di grandi chef e rivalutate per le loro importanti proprietà nutrizionali. Le patate vitelotte sono utilizzate in cucina soprattutto per creare piatti d’effetto per il loro colore viola. Si possono preparare cucinandole come le patate normali, fritte, lessate o in purea. Si possono preparare anche degli gnocchi davvero di grande effetto, oppure utilizzare la vitelotte per guarnire i piatti, dando un tocco di colore particolare. Si consiglia sempre di sbucciare le patate vitelotte, a causa della buccia molto dura. Quando si fanno bollire l’acqua di cottura è blu. Una volta bollite l’acqua diventa verde. La cottura al vapore è sconsigliata perchè la polpa della vitelotte rimane piuttosto farinosa. Il consiglio comunque è quello di unire la polpa delle patate vitelotte con quella di altre patate, così da mantenere l’effetto cromatico ma guadagnarne in consistenza. Inoltre si suggerisce di conservare le patate vitelotte in locali non illuminati, proprio per evitare la formazione di germogli.

Proprietà nutrizionali

Le patate vitelotte si caratterizzano per un apporto calorico moderato, buone quantità di carboidrati complessi (amido), proteine, fibre, vitamine e sali minerali, tra i quali spicca soprattutto il potassio. Inoltre contengono un’elevata concentrazione di antiossidanti, a cui si deve anche il loro scenografico colore, composti fondamentali per il nostro organismo, capaci di contrastare l’azione dei radicali liberi, di proteggere le nostre cellule contro l’invecchiamento e contro lo sviluppo dei tumori. Il contenuto di antiossidanti delle vitelotte è stato stimato di circa 150 mg in 100 gr di peso a crudo, molto superiore al contenuto che ritroviamo in altri alimenti caratterizzati dallo stesso colore blu-viola quali ad esempio uva e mirtilli. La patata detta viola è oggi definita “salva-salute”, proprio grazie alle sostanze che contiene per il suo colore viola.

 link=

Ricetta: patate vitellotte al rosmarino

Una ricetta molto semplice, dal sapore rustico. Lavare le patate e metterle in pentola, senza pelarle, coprendole con acqua e sciogliendovi un cucchiaino di sale. Una volta arrivate ad ebollizione, farle cuocere per 20 minuti. Nel frattempo schiacciare gli spicchi d’aglio e tritare gli aghi del rosmarino. Scolare le patate e lasciarle raffreddare. Una volta fredde, tagliarle a pezzi. Riscaldare l’olio in una padella a fuoco medio-alto, aggiungere le patate formando un solo strato e abbassare la fiamma a fuoco medio. Farle dorare senza muoverle per circa 7 minuti. Aggiungere gli spicchi d’aglio. Girare le patate dall’altro lato e farle dorare per altri 7 minuti. Aggiungere infine il rosmarino e mescolatelo insieme alle patate. Coprirle con un coperchio e farle cuocere altri 7 minuti. Spegnere la fiamma, rimuovere l’aglio, salare, pepare e servire subito.

Valori nutrizionali per 100g di prodotto *

Valore energetico85 Kcal
Proteine2,1 g
Lipidi1 g
Glucidi disponibili17,9 g
Amido15,9 g
* I valori sono da considerarsi indicativi, in quanto le caratteristiche nutrizionali del prodotto possono variare.

Quartiglia è vicino a chi cucina

  • Partner affidabile e professionale
  • Conoscitore dell’ingrediente di qualità
  • Specialista delle tipicità del territorio
  • Da oltre 30 anni nel settore del food service
  • Consegna in Italia e all’estero in 24/48 ore
  • Sistema logistico innovativo
Compila il form sottostante per richiedere maggiori informazioni, ti ricontatteremo il prima possibile!
 Ho letto e accetto l'Informativa sulla privacy in tutte le sue finalità.